PROPOSTA

(1 recensione del cliente)

AVVERTENZA
Questo libro fu scritto alcuni anni fa – questo spiega il perché della prefazione di Mons. Pietro Rossano deceduto ormai da più di due anni.
Se si è deciso di stamparlo ora, è perché ci sembra che, non solo non ha perso la sua attualità, ma se ne sente la mancanza.
Ovviamente un libro di non facile lettura. Esige riflessione.
È un libro che non si può chiudere, dopo averlo letto, e rimanere come prima. Esige un impegno di cambiamento di mentalità.
Perciò, se non ti senti di essere stimolato a riflettere e a cambiare qualcosa nel tuo modo di pensare e vivere sull’onda “del ciò che fan tutti”, sei pregato di non spendere i tuoi soldi e il tuo tempo acquistando e sfogliando un tale libro.
L’Autore


 

 

 


 

Descrizione

Il confronto tra Chiesa e cultura è diventato un nodo fondamentale della vita cristiana contemporanea. Un secolo fa, al tempo del Concilio Vaticano I, il confronto si prospettava nei termini di ragione e rivelazione, di scienza e fede. Poi, nella crisi del modernismo si parlò del rapporto tra naturale e soprannaturale, tra religione e fede; venendo verso gli anni ’50 alla contrapposizione Dio e uomo, sacro e profano, antropologia e teologia (erano gli anni delle teologie della “morte di Dio”). Oggi il confronto si è esteso alla cultura, intesa come somma delle componenti della vita umana individuale e sociale, e si parla di fede e cultura, Vangelo e cultura, vita religiosa e cultura.

La cultura moderna negli ultimi secoli, si presenta, sotto tanti aspetti, come una progressiva presunta separazione dalla Chiesa e dalla fede.

É nata così una cultura laica che ha preso il sopravvento sulla cultura cristiana, prima nei ceti intellettuali, poi in quelli operai, per raggiungere con i mezzi di comunicazione di massa tutti gli strati della popolazione, corrodendo, fino ad eliminare, le istruzioni tradizionali che servivano da supporto popolare e sociale alla fede. Ciascuno può essere portatore anche inconsapevole e sano di questa cultura, perché particelle di essa aderiscono sulla pelle, di chi respira e vive in questa atmosfera. “In una stessa persona, ho scritto recentemente, riferendomi al cittadino medio, possono coesistere elementi e suggestioni di culture diverse e perfino contradditorie. Si può essere nominalmente cattolico in religione, liberale in economia, comunista nell’opzione politica,

 

 

Recensioni (1)

1 recensione per PROPOSTA

  1. Giovanni

    Una lettura forse non troppo semplice, che mette in discussione il nostro pensiero. Per chi è stanco di leggere le solite cose….
    Da leggere assolutamente.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.